Se non riesci a leggere questa email leggila online
 
4/2/2020
 
Immatricolazioni Gennaio 2020
Parte contrastatissimo il mese di gennaio dell'auto: alla brusca frenata del mercato nel suo complesso (-5,8%, una doccia gelata sulla tiepida ripresa che si era vista a fine anno) si contrappone un mese scoppiettante per le elettriche.
 
 
#milanoelettrica. the flashmob!
Domenica 2 febbraio la circolazione a Milano sarà proibita a tutti i mezzi meno quelli elettrici: un’occasione fantastica per prendersi la città!
L’obiettivo è quello di far vedere i nostri mezzi elettrici all’Amministrazione ed ai cittadini di Milano, per aiutarli a “fare il grande passo”: in particolare abbiamo invitato il Sindaco Beppe Sala ad accompagnarci in un giro silenzioso per il centro della città:
 
 
Leggi su OneWedge blog
 
 
Auto elettriche, ora si punta sulle batterie al carburo di silicio
Quale è il limite dell’innovazione tecnologica nel mondo automotive? A questa domanda è difficile dare una risposta, ma qualche considerazione possiamo farla anche osservando il passato. L’invenzione della lampada a incandescenza risale al 1880. Quando fu brevettata in pochi pensavano che questa invenzione sarebbe sopravvissuta per più di cento anni, fino al 21° secolo. Solo il brevetto del 2014, il filamento a led, ha definitivamente messo in soffitta la lampadina, dopo ben 134 anni.Quale è stata la causa di questa longevità? Semplice: nessuno aveva visto il potenziale mercato per il led, ma quando agli inizi del 2000 entrarono in commercio le lampadine a gas fluorescente compatte (FCL), ci si rese conto che esisteva un mercato per lampadine con un costo maggiore per rispondere all’esigenza di illuminazione a basso consumo energetico.
 
 
Leggi su Wired
 
Batteria auto elettrica quanto dura? La Tesla punta a 1.600.000 km
Ultimamente in molto si stanno chiedendo: “quanto dura la batteria dell’auto elettrica?” visto l’elevato costo di un accumulatore al litio.
Possiamo anticipare che le batterie utilizzate sui veicoli elettrici 100% EV durano molto, con una garanzia media di 8 anni e 160.000 km fornita dalle case auto. Esaminiamo nel caso di Tesla quanto può durate la nuova batteria al litio rispetto a quelle attuali da 500.000 km.
Tesla, in collaborazione con il Natural Sciences and Engineering Research Council of Canada, ha pubblicato sul Journal of The Electrochemical Society i risultati di una sperimentazione con una batteria per auto elettriche che ha percorso 1.600.000 chilometri (ovvero un milione di miglia, traguardo netto se espresso con le unità di misura imperiali).
 
 
Leggi su Newsauto
 
 
Ferrari: ecco i brevetti della prima auto elettrica
La futura Ferrari elettrica? Si farà eccome. Lo conferma un progetto depositato dalla Casa di Maranello all’ufficio europeo per i brevetti, che rivela l’architettura della futura supercar a elettroni del Cavallino.
La quale, però, arriverà solo dopo il 2025, come spiegato dall’ad Louis Camilleri prima delle festività natalizie, per il quale «La tecnologia delle batterie non è ancora dove dovrebbe essere, ci sono ancora problemi significativi in termini di autonomia, in termini di velocità di ricarica che vanno risolti. Stiamo esaminando vari propulsori e provando a vedere quale sarebbe il più efficiente ed efficace in accordo con quale sarà la nostra visione per la Ferrari del futuro».
 
 
Leggi su Automoto
 
 
Auto elettriche, 400 cv (e oltre) servono davvero?
Volvo ha aperto gli ordini della XC40 Recharge, la variante elettrica del SUV compatto. Il listino parte da 59.600 euro e le consegne, in Italia, sono previste entro il 2021. Il cammino della Casa svedese verso l’elettrificazione della propria gamma procede dunque deciso. L’obiettivo è quello di arrivare al 50% di auto elettriche e al 50% di ibride sul totale del venduto entro il 2025. L’impegno in direzione della sostenibilità è dunque evidente.
Eppure, leggendo la scheda tecnica della XC40 (408 cv di potenza, 660 Nm di coppia e batterie di 78 kWh di capacità), qualcosa non torna.
 
 
Leggi su Red Live
 
Auto elettrica, cresce in Europa la rete di ricarica autostradale. E si abbassano i prezzi
La rete europea di stazioni di ricarica autostradale per l’auto elettrica sta crescendo: le attuali 200 raddoppieranno entro la fine dell’anno. L’annuncio di Ionity, la joint venture tra i gruppi BMW, Daimler, Ford e Volkswagen per la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica. Che lancia una nuova politica dei prezzi
La rete europea di stazioni di ricarica autostradale per l’auto elettrica sta crescendo: Ionity, la joint venture tra i gruppi BMW, Daimler, Ford e Volkswagen per la realizzazione dell’infrastruttura di ricarica, ha fatto sapere che al 16 gennaio erano già state completate oltre 200 stazioni (ognuna delle quali dispone di 4-6 colonnine), che diventeranno 400 entro la fine dell’anno in 20 Paesi europei (destinati a diventare 24).
 
 
Leggi su Economy Up
 
Copyright © 2020 One Wedge srl - piazza Bertarelli, 1 - Milano
Condividi su FacebookTwitter, IInvia ad un amico
Lei è iscritto a questa Newsletter con l'indirizzo .
Cancella l'iscrizione • Aggiorna l'indirizzo email