Email not displaying correctly? View it in your browser.



  novembre 2013 NEWSLETTER 06

Nel Futuro

Gli articoli della settimana dal 04 al 10 Novembre

La settimana delle palle d’acciaio.

Il Presidente del Consiglio ha dichiarato al popolo italiano che lui ritiene di essere dotato di palle d’acciaio e ci informa che ormai tutte le cancellerie europee l’hanno capito e lo dicono apertis verbis. Un motivo di orgoglio per tutti?

Il Ministro della Giustizia Cancellieri è stata applaudita dal Parlamento Italiano che ha ritenuto opportune le sue parole e i suoi contatti con alcune persone coinvolte in problemi giudiziari di un certo spessore. È stata apprezzata molto l’umanità del Ministro. Qualche perplessità da parte di vecchi amanti delle regole, della legge e che ritengono che certi ruoli non si possono esercitare per esempio in abiti succinti.

Nella settimana sono spuntate dichiarazioni di pentiti che squarciano nebbie del passato di questo paese per quanto concerne personaggi e strutture politiche e sociali, nebbie solo  appena accennate dai media e subito fatte scomparire dal palcoscenico delle principali notizie, scandali di dimensioni impressionanti sia per  il valore delle truffe, sia per la quantità di gente coinvolta e, soprattutto, perché dimostrano come la corrutela sia un sistema diffuso, praticato a petto in fuori perché è la dimostrazione che si fa parte della gente che conta e senza alcuna remora o preoccupazione di tipo giuridico e morale,  ovunque nel  paese. L’esempio dell’Atac di Roma vale per tutto e per capire.

Si vengono a conoscere sempre più le spropositate retribuzioni di cui usufruiscono dirigenti di enti, istituzioni, apparati, aziende collegate alla pubblica amministrazione sia a livello centrale che periferico. Molti considerano questa situazione una offesa sociale, una specie di stupro dei valori di base del vivere civile in qualsiasi comunità.

La situazione economica non pare migliorare e ormai siamo i fanalini di coda del treno europeo a parte la Grecia che però già viaggia, purtroppo, su un binario parallelo, i Ministri responsabili tuttavia dimostrano ottimismo anche se non si capisce da dove possa provenire. Forse adottano il comportamento di quel marito che usando fare le corna alla moglie, quando scoperto, anche in flagranza, adottava la strategia del negare sempre persino l’evidenza.

La situazione politica permane complicata, litigiosa, tutta girata su se stessa come se quello che succede al di fuori di quel mondo è una cosa senza importanza e comunque non di pertinenza dei partiti e dei protagonisti che alimentano uno spettacolo non solo volgare ma anche e soprattutto triste. E i media raccontano storie che si inventano, compreso qualche vecchio guru del settore che, tra una omelia e l’altra, ci informa continuamente dei suoi colloqui con il Papa in attesa di avviare e raccontarci quelli con Dio.

A  livello internazionale, la diminuzione del costo del danaro darà una mano alle solite banche il cui comportamento strategico è sempre più  lontano dal futuro, la crisi mediorientale è sul tappeto come sempre,  preoccupa la situazione francese che sta scivolando verso zone complicate ed è opportuno prestare molta attenzione verso quella società perché  ha una sensibilità e una dinamica ben più accentuate rispetto a quella italiana, migliora la situazione del lavoro negli Stati Uniti, il capitalismo marxista cinese va avanti sempre a tassi di sviluppo straordinari, in generale nel mondo la ricchezza di alcuni  cresce ed  è sempre più lontana dalla povertà che  si estende.

Il cambiamento investe tutto il mondo delle telecomunicazioni destinato a grandi movimenti a partire dai prossimi mesi e che riguarderanno il sistema delle alleanze e delle fusioni e soprattutto le strategie. A partire da Telecom Italia naturalmente.  Il settore dovrà maggiormente prestare attenzione al mercato e rivedere le proprie strutture professionali che denotano ogni giorno di più la loro inadeguatezza.

Nel comparto informatico dominano le nuove applicazioni e le nuove maniere di sviluppare l’offerta sotto forma di servizi, cosa che crea sempre più un solco tra le imprese di certe dimensioni e quelle medio piccole che si riducono sempre più e che per vivere devono agganciarsi , entrare nel sistema di influenza di aziende o gruppi importanti.  Fanno  eccezione quelle imprese che a prescindere dalle dimensioni hanno sviluppato tecnologie veramente innovative nel valore e nei tempi di disponibilità.  Insomma sta avviandosi un cambio profondo nella configurazione del mercato e questa è la cosa più rilevante per il prossimo futuro.

La concentrazione di imprese, il modo diverso di concepire una organizzazione imprenditoriale, lo sviluppo di forme diverse di distribuire i prodotti e i servizi, la maggiore attenzione al mercato, la progettazione di nuove modi  di fare marketing e comunicazione investono tutti i settori e non solo quelli tecnologici. Anche se l’industria della tecnologia come quella della alimentazione sono maggiormente toccate per la loro natura, in quanto influenzano più di altre il modo di vivere e le speranze del mondo.

Nel Futuro ha comunque cercato l’attualità e le novità, ha raccolto come sempre riflessioni e punti di vista.

Giorgio Panattoni ha ancora commentato la fiction su Adriano Olivetti di cui abbiamo ampiamente parlato e che sta provocando vari tipi di dibattito. Con Erminia Corsi continuiamo a parlare di energia a tutto campo e diamo consigli agli operatori del settore. Riccardo Grosso comincia lo sviluppo di idee su un progetto di conoscenza per la Pubblica Amministrazione e non abbandoneremo questo argomento con lo stesso Riccardo e in vari modi, data l’importanza e la necessità di qualcosa. Cristoforo Morandini parte dagli ultimi dati di Telecom Italia che insieme ai nuovi assetti ormai in divenire gli fanno dire di fermare il declino, forse gli fanno gridare.

Marco  Valerio Principato affronta un grande argomento di attualità che è quello relativo al futuro delle nostre rubriche e alla loro privacy e poi a parte fa un flash interessante, opinabile ma reale di cosa succede spesso nei nostri luoghi di studio come l’Università. E a proposito di Università Giorgio Bonfiglio ci racconta la sua esperienza e fa delle ipotesi sul futuro, purtroppo non ottimistiche.

Davide Gallino affronta il fondamentale tema dell’industria digitale e la nuova tecnologia. Giovanni Altigieri, a cui diamo il benvenuto, ragiona sulla nostra Costituzione e ripensa a protagonisti che hanno fatto il nostro passato. Giuseppe Fiandanese, anche a lui il nostro benvenuto, illustra il progetto gestito da Inforav in collaborazione con importanti istituzioni culturali del paese per creare e gestire una banca dati sulle migliori tesi di laurea del paese. Un progetto interessante, utile e propedeutico a importanti sviluppi, comunque innovativo.

Giovanna Casertano discute  sul ruolo di facebook ed apre uno squarcio importante nel nostro modo di pensare, certo può essere provocante ma necessario. Emanuela Silvestri parla di bellezza, di come la vede o meglio di come non la vede e delle sue sensazioni di persona, di artista con la sua sensibilità.

Ci sono ancora interventi ed opinioni su come si guarda il futuro, sulle professionalità necessarie per andare avanti e di questo argomento ne parleremo ancora e tanto perché è fondamentale ed è legato al merito, al talento, al modo di funzionare delle imprese, su come scegliere il commissario che manca alla Autorità per le Comunicazioni.

Sono diversi i temi ma riguardano tutti come lavoriamo, come viviamo , come possiamo o dobbiamo andare nel futuro. La società con la sua politica, con la sua economia, con la sua cultura cammina e anzi, grazie  alla tecnologia e alle spinte che arrivano da più parti, ha preso a correre. Se non riusciamo a capire bene, se non riusciamo a fare cose e possibilmente quelle giuste è alto il rischio di rimanere in una grande solitudine anche se in compagnia.




Gianni Di Quattro

Giorgio Panattoni

Adriano Olivetti dopo la fiction

04/11/2013

Un dibattito su quello che abbiamo visto e su quello che nella fiction purtroppo non c‘era sarebbe quanto mai importante. E non dovrebbe riguardare, come purtroppo si fa di solito, le esperienze degli anni 50 e 60, o gli amarcord…

View This Article →

 

Emanuela Silvestri

Oggi ho camminato nel presente

04/11/2013 

Guardando Milano ho pensato che il nostro Paese si sta proprio imbruttendo, quel paese abituato da sempre a essere e a sentirsi, bello. Noi Italiani siamo così sicuri di essere naturalmente baciati dalla bellezza, che siamo stati capaci di costruire,…

View This Article →

 

Marco Valerio Principato

BBM e il futuro delle nostre rubriche


04/11/2013 

Con l’uscita su Android e iOS di BlackBerry Messenger a mio avviso ci sarà, sia pure con lentezza, più di qualche “sommovimento”. Perché BBM ha qualcosa di completamente diverso: non chiede di spifferare il proprio numero di cellulare a nessuno.View This Article →

Giovanna Casertano

Facebook. Perché?

04/11/2013

Milioni di persone in tutto il mondo (compresa la sottoscritta) hanno un profilo Facebook. Ma perché? Oggi ci sono molti modi di comunicare anche con persone geograficamente lontane. La tecnologia ci mette a disposizione diversi strumenti facilmente accessibili. Se per…

View This Article →

 

Erminia Corsi

E’ il momento di investire in visibilità per trovare il proprio spazio nella filiera. 

05/11/2013

Allego il testo dell’articolo, pubblicato sul “mio blog”, nel quale prendendo spunto da alcuni sondaggi di Renato Mannheimer sulle energie rinnovabili, e da alcuni fatti sotto gli occhi di tutti, osservo che il mercato dell’energia, anche in assenza di importanti segnali dalla politica, prosegue grazie alla curiosità sempre più evidente da parte dei consumatori e delle imprese.

View This Article →

 

Davide Gallino

Italia – Germania 4 – 4 (puntozero)

05/11/2013 

Ricordo quando, parecchi anni fa, un direttore di stabilimento mi disse che, in Europa, una fabbrica di cellulari doveva fare almeno 4-5 mln di pezzi all’anno, e farli bene,  “per essere profittevole”. Oggi come allora, e sempre più nel prossimo…

View This Article →

Marco Valerio Principato

Houston, l’università ha un problema

06/11/2013

Sulle Universitates Studiorum gravano molti pesi, dalle leggi risibili ai fondi troncati. Ma ce ne è uno non meno grave: gli studenti inutili, dei quali non riescono a liberarsi.View This Article →


 

Giuseppe Fiandanese

Pubblitesi, un’iniziativa dell’Inforav finalizzata a dare maggiore visibilità al talento dei giovani Laureati.

07/11/2013

Dare maggiore visibilità e maggiori opportunità, evidenziando il patrimonio di idee e di creatività contenuto nelle Tesi, ritenute meritevoli di pubblicazione, e prodotto in un momento topico e di delicato passaggio nella vita di un giovane Laureando, quando le idee…

View This Article →


 

Riccardo Grosso

Un progetto collaborativo per la Knowledge Base della Pubblica Amministrazione

08/11/2013

Ho gia’ parlato nei miei precedenti articoli sia di ontologie informatiche per la pubblica amministrazione (http://nelfuturo.com/le-ontologie/) sia di come i datacenter della pubblica amministrazione potrebbero evolvere (anzi dovranno essere razionalizzati e valorizzati “per decreto”) in ottica federata e con uso…View This Article →


Cristoforo Morandini

Fermate il declino

08/11/2013

C’era grande attesa per i dati  Telecom Italia relativi ai primi 9 mesi del 2013, così come per il nuovo piano industriale 2014-2016. Partiamo dai risultati. Crisi nella crisi. Fa impressione vedere l’azienda leader di  un settore sinonimo di innovazione…View This Article →

 

Giovanni Altigieri

“Quando l’allievo è pronto, il maestro appare”

08/11/2013

E’ un antico adagio orientale di matrice buddhista, intorno al quale da diverso tempo a questa parte mi trovo a riflettere, soprattutto in relazione alle vicende sociali, economiche, politiche della nostra Italia. Il 2013 ha visto il ricorrere del centenario…View This Article →


 

Gianni Di Quattro

Stiamo progettando a tavolino un futuro nero

09/11/2013

Ci sono periodi in cui argomenti non attuali diventano ricorrenti. E’ iniziata una decina di giorni fa, mentre parlavo con una persona che sosteneva che io (22 anni, in prima linea da 7) faccio parte dell’ultima generazione di sistemisti che…

View This Article →


Gianni Di Quattro

Guardare il futuro

10/11/2013

Sin dai tempi dell’antica Grecia vati e profeti erano indicati come persone dotate di uno sguardo particolare e più profondo sull’esistenza umana. Un personaggio del mito come Tiresia, che si raccontava fosse addirittura cieco, era capace di vedere quello che…

View This Article →

 



 


 

Le opinioni

Le opinioni della settimana dal 04 al 10 Novembre




Gianni Di Quattro

I soldi, i tempi, le capacità

06/11/2013

Si discute molto in questi giorni dell’affare Telecom Italia e cioè della sua cessione alla Telefonica spagnola di fatto avvenuta e che sarà formalizzata a breve, forse a gennaio, con un nuovo Consiglio, nuovi top manager, una nuova governance. In…View This Article →

 

Dario Denni

Per un ricambio in AGCOM il PD scelga un commissario under 50

 
09/11/2013

Non è facile stavolta pronosticare l’elezione del commissario che andrà a sostituire Maurizio Decina in Agcom. Ci sono come sempre numerose variabili che riguardano le scelte che la politica andrà ad assumere di fronte alla scelta di una figura così…

View This Article →

 

Beppino Ponte

Intellettuali e colti

09/11/2013

Ho letto su www.blitzquotidiano.it l’intervista a Italia Oggi di Riccardo Ruggeri, che non conosco, e ho imparato che: Adriano Olivetti comprava a peso d’oro intellettuali e uomini colti sul mercato, già fatti, per inserirli in azienda allo scopo di sfasciarla,…View This Article →

Fantasie

Gianni Di Quattro

La solitudine

06/11/2013

Tempo fa le dimensioni delle comunità, paesi o rioni cittadini o centri rurali, erano più ridotte rispetto a quelle attuali ed inoltre c’era più omogeneità sociale, culturale ed economica. Si era più uguali insomma e mancavano i mezzi che la…





I libri segnalati

Alcuni libri segnalati da "Nel Futuro"




L’Opera Digitale tra Regola e Mercato


 

Guadagnare con la crisi


 

Smart Cities


Aziende in evidenza

Aziende segnalate da Nel Futuro




 

NVD


 

MICROLYS

 

LOCALPORT


 
TIESSE